In questo sito web vengono usati cookie per personalizzare la tua esperienza di navigazione. In alcune sezioni potrebbero anche essere usati cookie di terze parti.

 

Grazie al progetto PaGES5, finanziato e promosso dal Consorzio Centro Europeo di Infrastrutture di Ricerca (CERIC-ERIC), alcuni allievi delle classi quarte e quinte del Liceo Scientifico Copernico di Udine hanno avuto l’opportunità di acquisire le competenze essenziali per pianificare, organizzare e condurre un esperimento scientifico e per presentarne i risultati al pubblico. Nel primo incontro di formazione presso il liceo, alcuni esperti di CERIC hanno insegnato ai motivati studenti l’importanza della pianificazione delle attività di ricerca e dei relativi tempi di esecuzione e la necessità di saper presentare adeguatamente i risultati di un esperimento scientifico. In successivi incontri, le docenti Chiara Barbina e Cristina Sambo del Liceo Copernico hanno presentato agli studenti il funzionamento di un acceleratore di particelle, le caratteristiche della luce di sincrotrone e la tecnica di litografia a raggi X.

Finalmente il 12 febbraio è giunto il momento tanto atteso: un’intera giornata presso i laboratori di Elettra Sincrotrone Trieste, ente rappresentante dell’Italia nel consorzio CERIC. Per tutto il giorno gli studenti sono stati affiancati dai ricercatori del laboratorio Deep X-Ray Lithography, Benedetta Marmiroli e Alessio Turchet, che, dopo un’introduzione teorica, li hanno accompagnati nell’area sperimentale dove li hanno istruiti sulle norme di sicurezza e li hanno guidati nella preparazione di microingranaggi e pellicole con microstrutture di test con le tecniche precedentemente introdotte. Nemmeno le restrizioni imposte dall’emergenza epidemiologica sono riuscite a fermare il motivatissimo gruppo di “ricercatori in erba”: le riflessioni sui risultati ottenuti, gli approfondimenti teorici e la preparazione delle presentazioni conclusive sono proseguiti online anche con l’intervento a distanza dei due ricercatori-tutor.

Il progetto si è concluso il 14 maggio con una videoconferenza in cui la dirigente del Liceo Copernico, dott.ssa Marina Bosari, ha dato il benvenuto alla prof.ssa Rizzi, delegata per l’orientamento di UNIUD, all’ing. Romano Iazurlo, responsabile dell’ingegneria meccanica presso la divisione dei sistemi avionici spaziali della Leonardo company, alla presidente del consiglio di istituto, al responsabile del progetto, dott. Fabio Mazzolini, al dott. Santelli in rappresentanza di CERIC, ai ricercatori Benedetta Marmiroli e Alessio Turchet, alle docenti Barbina e Sambo responsabili del progetto presso il Copernico e ad altri rappresentanti di CERIC. Hanno inoltre partecipato all’evento come uditori gli allievi delle classi 4B, 4C, 4Blsa, 4H, 5F e le docenti Fiermonte, Domeneghini, Ietti. La dirigente ha anche portato il saluto della dott. Paola Floreancig, Dirigente Tecnico dell'USR del FVG che per un impegno concomitante non è potuta intervenire.

In questo evento finale, gli allievi hanno presentato i vari aspetti della loro esperienza, descrivendo dapprima (in lingua inglese) il progetto PaGES5 nel suo complesso, entrando poi nel dettaglio degli aspetti tecnico-scientifici di quanto hanno appreso e infine raccontando la loro eccezionale giornata presso il sincrotrone a Elettra. Durante tutti i mesi in cui si è sviluppato il progetto, i ragazzi hanno dimostrato grande impegno, entusiasmo e spirito di collaborazione. Durante la loro esposizione sono stati capaci di trasmettere la rilevanza e l’eccezionalità dell’esperienza di PaGES5, tanto che alla conclusione non si contavano nemmeno più le parole di elogio da parte degli ospiti intervenuti.