In questo sito web vengono usati cookie per personalizzare la tua esperienza di navigazione. In alcune sezioni potrebbero anche essere usati cookie di terze parti.

Venerdì 19 marzo 2021 si è data conclusione ad un ciclo di tre conferenze on line, nell’ambito del PCTO, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti della provincia di Udine con l’intervento di diversi professionisti del settore, a tema “La città”, che ha voluto portare i ragazzi a comprendere, riflettere e farsi parte attiva nei confronti dello spazio urbano e della sua fruizione e ridefinizione. 

Noi e lo spazio cittadino siamo legati da un rapporto bidirezionale, l'uno influenza l'altro, con ripercussioni su tutti gli aspetti fondamentali della nostra vita.

Si è cercato di portare i ragazzi quindi a riflettere concretamente sulla città e sul ruolo concreto che ciascuno di noi ha nel definirla. I ragazzi vivono la città e rappresentano il suo futuro. In che modo possono interpretare e usare questi spazi? Con quali conseguenze? Che spazi s' immaginano e di quali spazi avrebbero bisogno?
Anche alla luce della situazione emergenziale in atto, la scuola è fulcro di una serie di riflessioni e va ripensata come una "scuola porosa", parte integrante del quartiere in cui insiste e del tessuto urbano stesso.
La scuola porosa deve essere una scuola che coinvolge il quartiere nel quale insiste, ridefinendo il concetto di luoghi per l’apprendimento, portandoli all’esterno e creando spazi di apprendimento che cerchino anche un contatto ed un confronto con la cittadinanza e con i residenti del quartiere.

Una scuola nuova che dialoga con il contesto anche attraverso la risorsa del nostro parco; un'occasione per cercare di evadere da queste giornate “difficili" e dare delle motivazioni ed uno slancio ai ragazzi impegnandoli in un attività reale e concreta.

Il progetto coordinato dalla prof. Milena De Fontis ha coinvolto in questa prima fase diversi alunni di tutte le classi dell’Istituto, e nello specifico interamente le classi 4Alsa, 5Alsa, 3E, 4E e 5E.

Il lavoro iniziato proseguirà ora con le classi 4E e 4Alsa tramite la restituzione di un progetto che riguarderà proprio la nostra scuola.

Le due classi in collaborazione con l’Ordine degli Architetti della provincia di Udine parteciperanno al terza edizione del progetto Abitare il Paese “LA CULTURA DELLA DOMANDA - I bambini ed i ragazzi per un progetto di futuro, promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, in collaborazione con la Fondazione Reggio Children-centro Loris Malaguzzi.